:::: MENU ::::

Blog

  • Lug 20 / 2017
  • 0
marconi-3
Cittadini, Senza categoria

LO SCANDALO DEL LICEO MARCONI

Colpiscono le dichiarazioni del Sindaco di Santa Croce sull’Arno Giulia Deidda, la quale, in un post su Facebook di qualche giorno fa, si compiaceva per gli 800 mila euro stanziati per la progettazione del “nuovo” Liceo Marconi, e per altri 400mila euro già destinati dalla Provincia per la demolizione e messa in sicurezza del vecchio liceo sul colle sanminiatese.

Colpiscono le dichiarazioni del Sindaco di Santa Croce sull’Arno Giulia Deidda, la quale, in un post su Facebook di qualche giorno fa, si compiaceva per gli 800 mila euro stanziati per la progettazione del “nuovo” Liceo Marconi, e per altri 400mila euro già destinati dalla Provincia per la demolizione e messa in sicurezza del vecchio liceo sul colle sanminiatese.

 

Colpiscono le dichiarazioni del Sindaco di Santa Croce sull’Arno Giulia Deidda, la quale, in un post su Facebook di qualche giorno fa, si compiaceva per gli 800 mila euro stanziati per la progettazione del “nuovo” Liceo Marconi, e per altri 400mila euro già destinati dalla Provincia per la demolizione e messa in sicurezza del vecchio liceo sul colle sanminiatese.

Saremmo felici di avere una reale “bella risposta per tutto il mondo scolastico del comprensorio del cuoio”, come sottolineato dalla sindaca nel proprio post.
La risposta che vorremmo, non è tanto quanti soldi vengono oggi stanziati per la costruzione dell’ennesima struttura scolastica (Liceo Marconi Ter), ma, come richiesto dalla provincia (D.P. 116 del 20/10/2016), vorremmo sapere la natura tecnica della problematica che è stata riscontrata presso l’immobile di San Donato, e di conseguenza la determinazione del costo necessario per il ripristino.
Soltanto così potremmo capire se i finanziamenti stanziati rispondano ad una reale necessità per l’edilizia scolastica comprensoriale, senza essere l’ennesimo spreco di risorse pubbliche.
Ricordiamo alla cittadinanza che nel 2008 la Provincia di Pisa ha acquistato l’immobile sito nell’interporto di San Donato, ora abbandonato,  per un costo di € 7.080.000 pagati, in parte, con un mutuo acceso in data 10/06/2009 per un importo di € 2.410.000,00, che stiamo pagando a tutt’oggi con rate di € 158.076,00 annue che avranno scadenza al 30 giugno 2029, versando all’istituto bancario (previsto nel piano di ammortamento) ben € 751.527,60 di interessi, che vanno a sommarsi agli altri milioni.
Oggi, senza neppure sapere quali effettive problematiche sono state riscontrate nel Liceo di San Donato, senza una perizia che possa verificarne i costi per il recupero, si decide di scordarsi dell’edificio appena acquistato ed ultimato solo nel 2009 per costruirne uno nuovo.
Un atteggiamento vergognoso ed irresponsabile da parte degli amministratori del Partito Democratico, che invece di valutare l’eventuale recuperabilità degli immobili già esistenti, stanziano ingenti finanziamenti per demolizioni e nuovi progetti.
I Gruppi M5S di San Miniato, Santa Croce S/A, Castelfranco Di Sotto e Montopoli V/A

 

 

  • Giu 21 / 2017
  • 0
images
Senza categoria

CONAD finisce in Procura

Oggi si è tenuto, ovviamente a porte chiuse, incontro per presentare ai giornalisti il nuovo progetto Conad. Ci toccherà leggere il giornale, come sempre, per sapere cosa intende fare ed ha fatto la nostra amministrazione.

Dal canto nostro, l’esposto presentato alla Corte dei Conti a Settembre 2016 è stato sollecitato ed inoltrato alla Procura di Pisa nella speranza di avere una risposta in tempi ragionevoli. Il progetto resta a nostro avviso inopportuno e la procedura intrisa di conflitto di interessi.

Qualora nessuna risposta venga data in tal senso, invitiamo i cittadini ad ingrandire le loro proprietà con stanze armadio automatizzate, dispense automatizzate o garage automatizzati dichiarandoli locali tecnici.
  • Apr 13 / 2017
  • 0
Posta per il sindaco
Senza categoria

Lettera a Giovanni (bilancio di metà mandato)

Caro Sindaco,

siamo giunti a metà mandato di questa amministrazione ed è tempo di fare un bilancio. Dal primo giorno in cui il nuovo consiglio comunale si è insediato abbiamo, in qualità di cittadini prima e di portavoce del movimento 5 stelle in seconda istanza, manifestato il nostro desiderio a contribuire seppure come minoranza alla buona amministrazione di Montopoli. Abbiamo cercato di tramettere entusiamo, cambio di prospettive e rinnovamento con proposte, discussioni, organizzazione di eventi, atti consiliari e tutto ciò che era nelle nostre possibilità mettendo a disposizione la competenza nostra e dei cittadini, attivisti e non, che credono in un modello di politica diverso da quello evidentemente malsano e inefficace che voi, vostro malgrado, rappresentate.

Il nostro giudizio a questo punto è decisamente insufficiente ma non possiamo Continue Reading

  • Set 16 / 2016
  • 0
Corte-dei-Conti-
Senza categoria

CONAD: la resa dei Conti

Oggi 16 Settembre 2016 dopo mesi di studio e approfondimento, richieste di documentazione ed integrazioni abbiamo inviato alla Corte dei Conti il nostro esposto che qui alleghiamo.

Come abbiamo largamente riportato sia in consiglio comunale che attraverso il nostro sito, a nostro avviso sussiste la possibilità di un danno economico per la comunità.

Infatti, il permesso a costruire rilasciato dal Comune di Montopoli alla società Sorgente S.G.R. su progetto depositato dall’Ing. Bottai (marito dell’Assessore Scali) prevede la realizzazione di una torre (ormai nota) che viene identificata come Volume Tecnico riducendo sostanzialmente gli oneri di urbanizzazione.

SOLDI che tutti i comuni cittadini pagano quando costruiscono e ampliano abitazioni o capannoni.

La torre indicata è un magazzino automatizzato che in nessun modo, a nostro avviso, può essere ritenuto Volume Tecnico.

Sarà la Corte dei Conti, a questo punto, ad approfondire il caso e pronunciarsi.

Attendiamo fiduciosi al fine di fare chiarezza per tutti i cittadini di Montopoli.

  • Lug 21 / 2016
  • 0
Munch, Evening on Karl Johan Street
Consigli comunali

Breve Cronaca di un Consiglio Comunale

Facciamo una brevissima cronaca dell’ultimo Consiglio Comunale del 14 luglio scorso, per informare i cittadini montopolesi di cosa succede nelle “segrete stanze”.
Avremmo molto più piacere di vedervi tutti nella sala consiliare, ma siamo comunque disponibili a raccontare in qualsiasi momento riguardo alla nostra attività.
Molti i punti all’ordine del giorno: Continue Reading

  • Giu 30 / 2016
  • 0
Senza categoria

Presepe di rifiuti anche d’estate?

La questione rifiuti ancora non è ancora risolta sul ponte per Santa Maria a Monte. Nel video potete ammirare la vergognosa situazione in cui si trova la strada.

Da Natale 2015 quando un presepe di immondizia segnava e decorava le aree di sosta della strada, le uniche modifiche apprezzabili sono la crescita della vegatazione che ‘naturalmente’ nasconde l’abbandono ed il degrado causato in primis dalla maleducazone di persone incivili e in secondo luogo dalla negligenza del Comune, che non si è attivato in tutto questo tempo per ripulire gli abbandoni, che a loro volta richiamano altri abbandoni generando una situazione insostenibile.

Il Movimento 5 Stelle ha depositato una interrogazione in merito che verrà discussa durante il prossimo Consiglio Comunale presumibilmente a metà del mese di Luglio.

Non si possono richiedere sacrifici ed impegno ai cittadini se le istituzioni per prime non si fanno carico della manutenzione delle strade.

  • Giu 10 / 2016
  • 0
fiorentocchio
Senza categoria

Video dei consigli? Il Fiorentini non mantiene le promesse!

E’ da quando siamo entrati in Consiglio Comunale che cerchiamo in tutti i modi di convincere l’amministrazione PD che dare l’opportunità a tutti i cittadini di Montopoli di essere informati sull’operato del Comune è il miglior modo per governare e avere proprio un filo diretto con quei cittadini che hanno riposto la fiducia in noi.


E’ per questo che subito abbiamo fatto modificare il regolamento relativo alle commisioni consiliari (che illegalmente erano fatte a porte chiuse fino al nostro arrivo).
Fu un primo grande cambiamento.

Lo ribadiamo qui per chi non ne fosse al corrente: le commissioni consiliari sono pubbliche, i cittadini possono (e devono) assistere per essere informati!


Poi abbiamo chiesto in diversi modi e ambiti l’attivazione del servizio che consentisse ai cittadini di visionare il video dei Consigli Comunali. Quando ci hanno detto che non c’erano soldi abbiamo proposto di registrarli noi e metterli a disposizione.
L’assessore Fiorentini in commissione Affari Istituzionali il 3 Marzo 2016 dopo una un’ulteriore nostra proposta, ha promesso che il servizio sarebbe stato disponibile entro un mese– un mese e mezzo, una dichiarazione fatta in commissione, quindi pubblica, quindi filmata e disponibile qui.


Il PD aveva nel suo Programma elettorale rubato il termine partecipazione dal Movimento 5 stelle ma è chiaro che non aveva interesse a coinvolgere i cittadini nella vita del Comune (anche perché se fossero consepevoli delle scelte fatte dal PD forse non li voterebbero nuovamente).


Invitiamo tutti voi e noi a chiedere a forte voce il servizio quanto prima, noi, in consiglio, non ci stancheremo di farlo e depositeremo un’interrogazione da discutere immediatamente.

 

  • Mag 04 / 2016
  • 0
Vendesi
Consigli comunali

Apparizioni e sparizioni (Consiglio Comunale aprile 2016: parte 2)

Sempre nella seduta del Consiglio comunale del 29 aprile scorso, di cui abbiamo iniziato a parlare QUI, abbiamo avuto un’altra sorpresa.

Ogni volta riusciamo a trovare qualcosa di cui stupirci, sentite qua cosa ci hanno combinato…

Era all’ordine del giorno l’approvazione del Piano triennale delle alienazioni, cioè l’elenco di quei beni comunali che si prevede di vendere, ricavando quindi nei bilanci futuri maggiori entrate pari al valore del bene venduto. Continue Reading

  • Mar 19 / 2016
  • 0
gioco-tre-carte
Vero o falso?

Tre falsità

In seguito alle nostre critiche al Documento Unico di Programmazione, approvato dalla Giunta, il nostro Sindaco si è affrettato a dichiarare sui giornali che noi avremmo dichiarato TRE FALSITÀ.
Ci sembra doveroso ribattere punto per punto, non tanto per dimostrare chi ha ragione, quanto per far capire ai lettori i meccanismi e i principi seguiti dall’amministrazione nei processi decisionali.
Basta leggere il DUP per farsi un’idea in merito, ma comprensibilmente non tutti ne hanno tempo o voglia.

Per questo riassumiamo le nostre considerazioni…

Prima “falsità”: affermare che il documento è privo di programmazione strategica.
Il Sindaco è sincero, evidentemente…il problema è che altrettanto evidentemente non sa cosa sia la programmazione.
Il documento contiene infatti una intera sezione detta “strategica”, che nel nostro caso è completamente vuota di contenuti.
Vedete voi da pag. 39 a 42 del documento!
Confrontatelo ad esempio con il DUP di Parma.
A volte per fare bella figura basta scegliere bene da chi copiare.

Di nuovo ripetiamo, ma ci sembra ormai di parlare al muro, che le linee programmatiche dovrebbero venire prima degli obiettivi strategici, da cui a loro volta dovrebbero discendere la scelta della composizione delle voci di bilancio. Invece la nostra amministrazione ragiona esattamente al contrario.

E la trasparenza? il Sindaco si difende dicendo che le politiche comunali sono sottintese nel documento poiché in esso si citano gli estremi di una delibera che le contiene.
Se volete sapere di cosa si tratta, provate a cercare la delibera nell’albo pretorio e … buon divertimento! Se siete sfaticati, vi anticipo che non c’è.
Per averla si deve fare richiesta di accesso agli atti e aspettare. Nel frattempo di sarete stancati e sarà cambiata la stagione.
L’ amara conclusione che ne traiamo è che il primo obiettivo strategico dell’amministrazione, scoraggiarvi, è quindi raggiunto.

Seconda falsità: il sindaco nega di aver dato responsabilità ai funzionari comunali sui contenuti del documento.
Chi era alla seduta del Consiglio ricorderà sicuramente la frase del Sindaco che tira in ballo gli uffici comunali. Comunque c’è il verbale della seduta che parlerà chiaro.
Appena sarà disponibile la trascrizione ne riparleremo.

Ricordiamo comunque che nel successivo intervento, giustamente, l’assessore Varallo si è affrettato a prendere le distanze dalla affermazione del sindaco, dichiarando che lui si prende la piena responsabilità per la parte di sua competenza, e non ritiene responsabili i dipendenti del contenuto del documento.
Sottolineiamo anche che, al contrario di quanto uscito sulla stampa, il M5S non ha mai affermato che gli uffici comunali non fossero “all’altezza“: la responsabilità del contenuto del documento è politica, cioè della Giunta che lo approva.

Terza falsità: le divisioni interne al PD.
E’ un fatto che tre consiglieri di maggioranza si siano allontanati.
Guarda caso si sono allontanati per caso tutti e tre proprio al momento della votazione, unica ragione apparente peraltro della loro presenza in consiglio comunale.

E’ un fatto che ci siano stati e ci siano ancora disaccordi nella maggioranza, ad esempio per l’approvazione del bilancio dello scorso anno, o in questi giorni in cui il Sindaco è stato “costretto” dai suoi a chiedere un parere regionale in merito ad un progetto – quello di Conad –  già autorizzato e sbandierato da lui come un successo.

Ma questo non è nulla.

Secondo noi è un fatto molto grave che il sindaco giudichi “normale” che alcuni consiglieri si allontanino dall’aula in vari momenti della discussione.
Ricordiamo che i consiglieri sono stati eletti e sono PAGATI dai cittadini per la loro partecipazione al consiglio comunale.
Sono pagati anche per sapere cosa votano con cognizione di causa, quindi “forse” dovrebbero leggere gli atti che votano prima di alzare la manina per approvarli o rifiutarli.

A tal proposito vorremmo raccontarvi come ad esempio nell’ultimo consiglio comunale un consigliere di maggioranza ha preso la parola riguardo alle commissioni e ha concluso il suo accorato intervento con “…se ad esempio stasera dovessimo trattare l’argomento trasporti”
cascando dalle nuvole quando le è stato fatto notare che in effetti nella seduta si andava a votare proprio la convenzione per il trasporto debole locale.
Non aveva idea dell’ordine del giorno della seduta, e neanche di quella precedente, visto che l’argomento si trascinava da due sedute per mancanza di tempo.

Questi atteggiamenti non devono più essere tollerati.
Auspichiamo lo streaming delle sedute del consiglio per mettere un argine a queste che sono vere e proprie mancanze di rispetto nei confronti dei cittadini.

Vi invitiamo a venire intanto a vedere di persona nei Consigli Comunali, per costringerli a cambiare atteggiamento…

Pagine:123456
Vuoi partecipare? Contattaci