:::: MENU ::::

Il PD a Montopoli vota per la sanità privata!

  • Mar 09 / 2016
  • 0
news27951
Consigli comunali

Il PD a Montopoli vota per la sanità privata!

Anche a Montopoli il PD si schiera con la sanità privata!

Siamo stanchi di parole e quando andiamo ai fatti la verità emerge.
Ieri sera in Consiglio Comunale abbiamo chiesto alla nostra amministrazione di votare apertamente la sua posizione per una sanità pubblica a SFAVORE di quella privata.
Qui potete leggere il semplicissimo documento: ODG sanità_

TUTTO il PD, in una lunga articolata risposta ha cercato di dire che Rossi con la sua giunta ha sopratutto facilitato la sanità pubblica, e quindi a maggior ragione se fosse vero avrebbe dovuto votare “SI'” al nostro ordine del giorno, invece, ben compatto, ha votato contro la nostra richiesta!


Nel documento che potete consultare abbiamo “solo” chiesto una presa di posizione, chiara e netta, da parte del Comune, in modo che durante l’emanazione dei decreti attuativi la Regione sia ben consapevole che noi a Montopoli siamo contro il progressivo disfacimento della sanità pubblica a favore di quella privata.
Invece, con l’intento di rifiutare il nostro ordine del giorno perchè percepito come una critica alla legge regionale, hanno votato “no”, significando in italiano che NON prenderanno posizione contro la sanità privata.

E’ scandaloso!

Ciascun consigliere del PD si deve sentire responsabile di contribuire ad affossare il sistema sanitario regionale pubblico a vantaggio dei privati.

Questo vota il PD, questo vuole il PD, questo rappresenta il PD.

Al cittadino non resta che prenderne atto e andare a pagare per curarsi!

Tra l’altro la vice-sindaco Vanni ha dichiarato, rispetto alle migliaia di firme raccolte per il referendum, cestinate con lo scandaloso escamotage di modificare la legge in modo da renderle vane, non solo che le firme siano state raccolte in qualche modo con l’inganno, ma che, in ogni caso, se i cittadini vogliono raccoglierle di nuovo per la nuova legge, possono TRANQUILLAMENTE farlo, tanto l’hanno già fatto una volta!
Ci rendiamo conto di quale scandalosa ed offensiva dichiarazione sia questa nei confronti dei numerosi comitati e cittadini, che con enorme fatica hanno dovuto lavorare per far sapere alla Regione che c’è qualcosa di profondamente sbagliato nella legge approvata?
Noi riteniamo inaccettabile tutto questo e combatteremo, al fianco del comitato referendario, per intralciare in tutti i modi il progetto scellerato nascosto sotto la fumosa parola ‘Riordino’.
Non perdiamo le energie, firmiamo di nuovo, firmiamo mille volte, usiamo tutta la nostra forza, ne va della nostra salute!

 

 

Share Button

Leave a comment

Vuoi partecipare? Contattaci