:::: MENU ::::

ANCORA SUL TRASFERIMENTO DEL LICEO FALCHI

panorama montopoli
Cittadini, Segnalazioni

ANCORA SUL TRASFERIMENTO DEL LICEO FALCHI

Qualche giorno fa ci è stata mossa la critica di far passare sotto silenzio la questione del trasferimento del Liceo Falchi.

Cercheremo di rispondere in modo ordinato e produttivo a questa critica.

Iniziamo con concetti limpidi e diretti.

Noi siamo dalla parte degli STUDENTI, dalla parte della ISTRUZIONE e della cultura.

Chi ci ha frequentato nel nostro percorso, fino ad ora, avrà potuto apprezzare come in tutte le problematiche emerse uno dei punti trasversali per migliorare il sistema fosse l’istruzione come via per la prevenzione, l’educazione e la rinascita dei valori.

In merito alla questione Falchi, nello specifico, siamo dalla parte degli studenti cominciando dalla loro sicurezza ovviamente, per passare attraverso la qualità dell’offerta didattica, la facilità di usufruirne e di poter avere a disposizione gli strumenti migliori al fine di poter essere formati in modo eccellente perché loro rappresentano il futuro di Montopoli.

Se questo poi passi dall’infrastruttura occupata finora dal liceo Falchi o da un polo scolastico a Montopoli in una sede diversa è solo funzionale alle finalità appena elencate.

Detto questo, il problema del Falchi ha naturalmente un forte connotato politico. Gravitano intorno alla questione interessi di ogni natura e forma e, soprattutto, viene gestita dalla Provincia che è distante dal territorio e notoriamente di accesso e dialogo non particolarmente efficace.

Come M5s non abbiamo mai strumentalizzato la questione e non ci siamo dichiaratamente espressi in merito alla sede perché non abbiamo tutti gli elementi a disposizione.

Ci manca la perizia, ci manca un preventivo di lavori da fare per mettere a norma ed in sicurezza la struttura, ci manca anche la chiara identificazione da parte della comunità che quella sede sia la soluzione per Montopoli o ce ne fossero altre maggiormente idonee sul territorio comunale.

Abbiamo consapevolezza che le modalità operative politiche non seguano questi principi nella maggior parte dei casi e che, anzi, cerchino di sfruttare le posizioni per trarre vantaggi personali o di pochi a discapito di altri e, forse, la questione del Falchi è stata gestita in questi termini. Tuttavia noi non agiamo come una forza politica ma vogliamo democrazia partecipativa.

I portavoce nel M5S servono a trasmettere in ambito istituzionale le proposte dei cittadini e cercano di portare gli strumenti amministrativi più vicini alla comunità. Il pensiero di ciascuno degli attivisti conta esattamente quanto quello di qualunque altro cittadino.

Ma vediamo quali azioni sono possibili ora.

Prima di ogni cosa sarà indispensabile capire l’agibilità e la regolarità degli spazi di San Donato . Ovviamente se mancassero questi requisiti sarà immediata la nostra denuncia.

Se così non fosse, se quindi fosse possibile per gli studenti, sicuro e regolare lo svolgimento dell’attività, sarà compito di tutti noi (cittadini intendo) incontrarci, fare un piano d’azione, capire la comunità cosa ritiene giusto fare e poi perseguire le azioni che possano mirare a quell’obiettivo.

Il comitato al momento ha raccolto un po’ di firme che evidentemente non sono sufficienti a fare un’azione popolare concreta. Sarà, a nostro avviso, indispensabile mobilitare maggiormente la popolazione in modo tale che si esprima su diversi possibili scenari che devono però essere individuati.

Chiedere a gran voce che non si sposti il Falchi è, a nostro avviso, poco produttivo. Presentare alla popolazione ed all’amministrazione diverse possibili soluzioni è quello che ci sentiamo di dover fare per capire quello che la comunità ritiene più opportuno.

Il M5s è entrato nel consiglio comunale da 40 giorni ed ha avviato azioni di dialogo forti e sostanziali con le forze politiche. Solo con un sano, aperto e trasparente confronto riteniamo di poter ottenere risultati in qualità di opposizione, svolgendo il duplice ruolo di controllo e denuncia ma anche di proposizione e dibattito.

Contenti di ricevere critiche costruttive e stimoli per migliorare la nostra azione, invitiamo tutti i cittadini a partecipare perché solo partecipando diventiamo responsabili diretti del futuro nostro e dei nostri figli.

Share Button

One Comment

Leave a comment

Vuoi partecipare? Contattaci